Liliana Segre: cittadinanza onoraria

Dichiarazione del consigliere regionale Sara Battisti

“La proposta della cittadinanza onoraria a Liliana Segre da parte del Sindaco di Cassino, Enzo Salera, è un bel gesto. Per questo voglio ringraziarlo pubblicamente, per aver avuto la sensibilità di rendere onore ed omaggio ad una donna a cui tutti noi siamo grati e che ammiriamo, simbolo delle immense sofferenze e degli orrori della Shoah. Dopo oltre 70 anni il suo essere di origine ebraica è ancora motivo di discriminazione e di odio e questo è semplicemente inaccettabile. Per quello che ha vissuto e per l’impegno profuso durante tutta la sua vita per testimoniare l’orrore delle discriminazioni razziali, il fatto che oggi, ad 89 anni, sia costretta a vivere sotto scorta, è una sconfitta ed una umiliazione per tutti. La cittadinanza onoraria è un modo, sicuramente non esaustivo ma comunque significativo, per ripagarla degli episodi vergognosi dell’ultimo periodo. Ed è un bene che la proposta venga da una città come Cassino, che tante sofferenze ha patito durante la seconda guerra mondiale e per questo città martire della guerra a causa proprio della follia delle dittature e dei sovranisti dello scorso secolo”